8.12.17

ALBERO DI NATALE | Calendario dell'Avvento BL Day 8

Ciao, ciao, ciaooooo... oggi nuovo post dedicato all'iniziativa CALENDARIO DELL'AVVENTO!! Quanto mi sta piacendo leggere tutti i vari articoli delle blogger della Book's League!!
Oggi tocca di nuovo a me e vi parlo dell'Albero di Natale, una tradizione che tutti abbiamo e che in un modo o nell'altro fa parte del Natale!!

Ogni giorno ci sarà un post a tema natalizio, argomenti belli e divertenti e un premio giornaliero per il lettore più bello!!
Come fare per partecipare?
  • commentare i singoli post, lascia la tua email in caso di vincita
  • essere lettore fisso del blog del giorno
  • partecipare all'evento, che trovi QUI
  • FACOLTATIVO ma super apprezzato è l'iscrizione al GRUPPO di Facebook BOOK'S LEAGUE (QUI)

Bene, abbiamo finito le formalità... Ora posso raccontarvi la mia bella storia sull'Albero di Natale!!

Sono stata sempre abituata che l'8 Dicembre si scende in cantina si tira su tutti gli addobbi e alle 15 dopo pranzo, si inizia a 'montare l'Albero'.
In famiglia abbiamo avuto solo un anno un albero vero, che poi mio padre ha ripiantato in giardino, ma è durato solo un estate :/
Da quell'anno (io avevo 3 anni) i miei hanno sempre preferito l'albero "finto", un piccolo abete in plastica di circa un metro. Quando ero piccola io e mio fratello facevamo le gare per vedere chi era più alto.

Comunque dicevo, 15 in punto io e mia madre iniziamo a scartare tutte le cose della scatole, mio padre apre l'albero e mio fratello districa e prova i fili di lucine (c'è sempre un filo che è da cambiare!!)
Poi piano piano montiamo tutto, in un rituale ormai automatizzato, mio padre che gira intorno all'albero e ferma le lucine, io e mia madre che siamo le addette agli addobbi mettiamo tutto, TUTTO, nell'albero, mio fratello sopporta gli scleri di mio padre che non riesce a finire il suo giro di lucine.
Noi, la mia famiglia, siamo abituati a buttarci sempre tutto nell'albero, non abbiamo temi o colori, mia madre è stra attaccata a tutti gli addobbi che nei vari anni ha comprato, la punta di vetro rosa ha ben 27 anni, è tenuta tipo reliquia ovviamente!!

Agli occhi di tutti, l'albero di casa mia risulta sempre pacchiano, pieno zeppo di cose, ma io, io ci leggo gli anni e i regalini che ci siamo fatti. Quegli addobbi fatti in casa perchè non avevamo molti soldi per comprarli e quelli invece comprati nei mercatini di Natale.
Da quando vivo a Bologna, purtroppo non sono riuscita mai a tornare per fare l'albero tutti insieme, e i miei genitori hanno iniziato a farlo qualche giorno prima proprio perchè così l'8 possono venire a trovarmi o fare qualche giro solo loro due^^.

Quindi puntualmente da tre anni ho il messaggio di mia madre con la foto dell'albero, sfocata e segue una telefonata di almeno un ora in cui mi spiega passo passo cosa ha messo (come se fossero cose nuove) mi racconta che mio padre si è bloccato di schiena per montare tutto e che si è rotta una pallina di quelli dorate con le stelle bianche.

Non so voi, ma il messaggio con la foto, per quanto sfocata, mi fa sempre sentire che è Natale.
Ovviamente da tre anni, addobbo un minimo casa mia, a Bologna, o almeno la mia stanza, e il primo Natale che ero via, mia madre si è presentata a Bologna con un mini alberello di Natale e due palline di vetro che erano addobbi storici dell'albero di casa.

Va beh avete capito che questo post è un po no sense, avevo voglia di parlarvi dell'Albero di Natale perchè è una cosa che amo e adoro...
Dai ditemi un po' voi cosa fate, come addobbate (se seguite un tema o un colore) o se avete qualche storia da raccontarmi..
Il commento più emozionante si vince un segnalibro molto speciale :)

PS: grazie sempre a tutti per assecondare i miei deliri, mi fate sentire meno sola^^

4.12.17

FRIDA [RECENSIONE]

Ciao miei carissimi lettori, nuova settimana, nuovo post, nuova recensione!! Voglio un applauso per la mia semi-costanza ahahah

Oggi vi parlo di questo libro che mi ha incantato e affascinato...

FRIDA
di Sara Ciprandi (illustrazioni)
& Lorenza Tonani (testi)

HOP! Edizioni | 27 ottobre 2017 | Grafic Novel | 88p | 18€



Frida Kahlo è stata la più grande pittrice messicana, rivoluzionaria, trasformista, passionale, vitale, di una vitalità impressionante perché espressa in un contesto di malattia. Il dolore fisico accompagna Frida per tutta la vita e le fratture del corpo e dell’anima diventano le ragioni da cui muovere per sviluppare il proprio talento. La condizione di semi-invalidità, che costringe Frida a lunghe degenze a letto, la porta a scegliere l’autobiografismo come soggetto privilegiato dei suoi quadri. E nei suoi autoritratti entrano di prepotenza la storia d’amore con Diego Rivera, con cui condivide le lotte per l’affermazione del comunismo in Messico, la cultura matriarcale della società di Tehuantepec e la sofferenza di fronte all’impossibilità di essere madre. Sara Ciprandi ci regala un’interpretazione di Frida come nessuno prima l’aveva immaginata, una visione elegante e astratta che rende il personaggio ieratico, vicino a un idolo. Una Frida spirituale, un’anima che si muove tra riferimenti colti e un mondo floreale in cui ogni elemento assume un significato preciso, da scoprire come in un rebus per comprendere la vita emotiva del personaggio.

Navigavo a tutta vela sul mio Instagram e per caso mi sono imbattuta in un'immagine bellissima, la copertina di questo piccolo gioiello.
Non ricordo assolutamente chi aveva postato, ma tu, grazie, grazie per avermi fatto comparare una cosa bellissima, perché di "cosa" si tratta; chiamarlo libro è riduttivo.
Io e i grafic novel ci stiamo conoscendo da poco, si sono un amante di manga e fumetti ma con i questo nuovo formato (proprio i grafic novel) ci sto prendendo gusto solo di recente, e beh ovviamente è amore!!

1.12.17

CARO BABBO NATALE | Calendario dell'Avvento BL Day 1

Ciao miei lettori.. lo so, la mia costanza è paragonabile alla presenza del 29 febbraio, ma ehilà eccomi qua.
Oggi, comunque, vi propongo una super iniziativa, io e altre belle blogger ci siamo unite per un CALENDARIO DELL'AVVENTO, perché si ci piace a tutte il NATALE!!!

Ogni giorno ci sarà un post a tema natalizio, argomenti belli e divertenti e un premio giornaliero per il lettore più bello!!
Come fare per partecipare?
  • commentare i singoli post
  • essere lettore fisso del blog del giorno
  • partecipare all'evento, che trovi QUI
  • FACOLTATIVO ma super apprezzato è l'iscrizione al GRUPPO di Facebook BOOK'S LEAGUE (QUI)

Bene, abbiamo finito le formalità... Oggi il post del giorno prevede, LA LETTERA A BABBO NATALE!!!
La mia letterina a Babbo Natale, non so perché ma dall'alto dei miei 23 anni avevo voglia di tornare un po' bimba e scrivere una super letterina come si deve!! Ehm ehm...

Caro Babbo Natale,

27.11.17

LA SCUOLA DEGLI INGREDIENTI SEGRETI [RECENSIONE]

Ciao palloncini, oggi nuova recensione.. Il bello di aver finito gli esami è anche questo, più tempo per leggere!!!
Detto ciò io faccio un appello a tutti quelli che hanno un Libraccio in città, andateci e scovate libri a 2,3,5€ perchè sono sempre i migliori!!

Il libro di cui vi sto per parlare viene proprio da un mio giro esplorativo del Libraccio di Bologna, tappa ormai fondamentale ogni volta che passo per il centro. (amiche e coinquiline si devono sorbire i miei 20/30 min di spulciamento di libri, ma non divaghiamo!!)

LA SCUOLA DEGLI INGREDIENTI
SEGRETI

di Erica Bauermeister

Garzanti | 2009 | Narrativa femminile | 205p | 9,90€



Il profumo di vaniglia e cioccolato riempie la stanza in soffici ondate sovrapposte all’aroma pungente e speziato della cannella. È lunedì, nel ristorante di Lillian è giorno di chiusura, e come ogni settimana si tengono le lezioni del corso di cucina. Circondata dagli allievi, Lillian è in piedi dietro al piano di lavoro: muove delicatamente le mani, sta per aggiungere l’ultimo tocco, l’ingrediente segreto, e poi la torta sarà pronta. Pronta ad addolcire un momento di tristezza, a suggellare una promessa, a regalare un briciolo di felicità. Nessuno meglio di Lillian conosce la magia degli ingredienti, nessuno meglio di lei sa che a volte basta una tazza di cioccolata per cambiare un po’ la vita. Era solo una bambina quando, grazie a una misteriosa ricetta donatale da Abuelita, la donna della bottega delle spezie, ha salvato sua madre. Sono passati anni da allora, anni in cui ha combattuto, ha sofferto, si è ribellata, a volte ha perso ogni certezza, tranne una: la fiducia nella magica alchimia del cibo. È per questo che il suo ristorante, con piatti sempre diversi, è un luogo speciale, dove si ritrovano ricordi perduti, si stringono promesse d’amore o nasce un’amicizia. Lo sanno bene gli allievi del corso di cucina, tutti alla ricerca dell’ingrediente segreto che ancora manca alla loro vita. Come Claire, giovane madre insicura, o Tom, che ha appena perso la moglie; Chloe, ragazza maldestra e vitale; Isabelle, che non ricorda nulla tranne le ricette. Per tutti loro Lillian ha la soluzione: sa che le tortillas restituiscono il gusto piccante dell’avventura, che una soffice glassa può far dimenticare un tradimento e che un ragù al pomodoro schiude le porte di un nuovo amore. Quello che non sa, o che a volte perde di vista, è la ricetta giusta per lei. Potrà ritrovarla solo se accetterà di mettersi alla prova, almeno una volta. Un romanzo memorabile. Venduto in tutto il mondo, è stato proclamato dalle librerie indipendenti americane come il miglior debutto dell’anno. Un libro sui piaceri e sulla magia del cibo, un’alchimia di sapori e sentimenti che racconta una storia di speranza e amore, di gioia e di sorprese.

Libro acquistato quasi per sbaglio, scovato tra i ripiani di Libraccio, mi incuriosiva il titolo, ingredienti segreti, il mio cervello ha pensato, beh che libro potrà essere mai.. quindi tra mille dubbi e incertezze l'ho preso, portato a casa e abbandonato in libreria. Perché si lo confesso, sono un'accumulatrice seriale di libri, ma ho fatto un patto con la me povera di marzo, le ho detto che non avrei comprato più libri (prezzo intero) prima di aver smaltito tutti gli arretrati (cartacei, sono più di 20 ancora!!)
Quindi eccomi qua, che mi sono ritrovata a "smaltire" una lettura, per poi darmi della STUPIDA perché era un libro che dovevo assolutamente leggere. Ma che volete che vi dica, fino a due settimane fa non avevo nessuna voglia di mangiare, cucinare e pensare al cibo, ora invece si e buuuf casca a fagiolo questo libro. LA MAGIA.

15.11.17

BOOKAHOLIC WATCHES MOVIE - NOI SIAMO TUTTO

Ciao miei carissimi palloncini, oggi nuovo post di quelli che piacciono a me, dove parto con i miei super deliri eheheh...
Finalmente anch'io sono riuscita a parlarvi del libro e film Noi siamo tutto. Una storia che ha emozionato tantissime persone.. tranne me!
Ma andiamo con calma, partiamo dalle cover.

Come cover del libro vi mostro quella dell'edizione originale perchè la locandina del film e la cover dell'edizione italiana sono uguale, mmm non amo i faccioni degli attori nei libri, ma va beh apprezziamo che hanno lasciato nella grafica italiana i dettagli grafici della versione originale!!
Detto questo, la cover del libro è veramente carina, mi piace questo gioco di contrasti, colore e bianco.
Per quanto riguarda la locandina del film devo dire che invece mi piace particolarmente, i due attori e la barriera che li divide, mi fa già pensare ad un film che per la romantica che è in me è da segnare e vedere.
Quindi locandina film apprezzatissimo, cover originale 10+ ma cover italiana nah, potevano fare di meglio o semplicemente lasciare quella originale, la parola in inglese è conosciuta e avrebbe funzionato anche nel mercato italiano!!!!

PARLIAMO DEL LIBRO
La scrittrice Nicola Yoon al suo esordio ci vuole tutti in una valle di lacrime e dolcezza. Il suo libro Noi siamo tutto (Everything, Everything), edito da Sperling & Kupfer, in Italia arriva nel maggio 2017. Sono 307 pagine che si leggono in una giornata...
Una storia particolare che mi ha colpito soprattutto per il finale, il colpo di scena è assurdo e originale. Ma tutta la storia in se mi ha lasciato poco. Mi è piaciuto come è strutturato il libro con disegni e graficamente libero, che non segue molto gli standard!!

13.11.17

L'AMICO IMMAGINARIO [Recensione]

RECENSIONE AGGIORNATA

Ciao lettori, oggi si torna a parlare di libri *AL SETTIMO CIELO*
Oggi vi parlo (FINALMENTE) di un libro che mi è stato consigliato da Francesco di La quintessenza dei libri, che ringrazio, ho scoperto un libro meraviglioso e incredibile.

PS: alla fine della recensione una piccola sorpresina, niente di che, forse, ma per me è stato bellissimo!!

L'AMICO IMMAGINARIO
di Matthew Dicks

Giunti | 2012 | Narrativa | 360p | 5,90€



Per Max è una faccenda complicata: va in tilt se deve scegliere tra due colori, non sopporta cambi di programma, detesta essere toccato, persino da sua madre. Del resto ha nove anni ed è un bambino autistico. Per fortuna c'è Budo, il suo invisibile e meraviglioso amico immaginario che non lo abbandona mai. Un giorno, però, accade qualcosa di terribile: Budo vede Max sparire nell'auto della signora Patterson, la maestra di sostengo. Da quel momento, del bambino non si hanno notizie. Quando a scuola arriva la polizia per interrogare gli insegnanti, Budo è l'unico a sapere che la signora Patterson sta mentendo. Ma nessuno può sentire le sue parole, tranne il suo amico scomparso... Dov'è finito Max ? Che cosa può fare Budo per risolvere un mistero più grande di lui e riaverlo con sè ?
La sua voce incantata e potentissima rapisce il lettore travolgendolo di commozione e poesia. Un romanzo indimenticabile.


È un libro lontano dal genere che amo leggere ma mi sono lasciata coinvolgere e vi giuro che sono rimasta fino all'ultima pagina con il fiato sospeso.

25.10.17

70. Comprare un libro nella libreria Shakespeare and Company a Parigi [LIFESTYLE]

Qualche giorno fa ho trovato questo post → #100CoseDaFarePrimaDiMorire ← e visto che si tratta di una delle liste a cui tengo di più, scritta nel mio taccuino in pelle (lo nascondo dai social perchè è una cosa super privata, ma prima o poi lo mostrerò!!).

Comunque dicevamo, ci tengo molto a questa lista, perché mi hanno detto che beh si vive una volta sola, e si deve progettare tutto quello che si vuole fare, progetti a breve, medio e lungo tempo.

Progettare non vuol dire organizzare in maniera ossessiva compulsiva ogni secondo della vita, ma solo appuntarsi quello che veramente si vuole e cercare modi più o meno ingegnosi per realizzarli!!

Tutto sto papiro per dirvi che avevo voglia di condividere con voi le cose che ho fatto...
La lista risale al 2015, nel mio taccuino è stata scritta nel 2010, altra cosa a cui presto molta attenzione, le date (ero una secchiona in storia proprio per questo motivo!!)

Comunque in questi 7 anni non ho fatto molto, soprattuto perchè c'è stato il liceo e l'università, diciamo che avevo altre priorità e decisamente un budget molto limitato..
Ora forse la ruota sta girando e chi sa che nel 2018 non mi ritrovo in Giappone e/o New York (ho appena fatto il passaporto per un motivo!!)

Va behhh finisco di tediarvi raccontandovi brevemente il punto 70 della mia lista:
Comprare un libro nella libreria Shakespeare and Company a Parigi

23.10.17

LA SAGA DEL DOMINIO - LE LAME DI MYRA [RECENSIONE]

Ciaooooo nuova recensione, nuova recensione, ma ve ne rendete conto, finalmente sto ritornando sulla mia programmazione!!

Oggi ho riesumato una recensione che era in bozza da circa un anno. Ho ripreso in mano questo libro, la settimana scorsa, perchè domani esce il secondo volume e avevo voglia di rinfrescarmi alcune parti e mi sono accorta che ancora non ve ne avevo parlato!!

LA SAGA DEL DOMINIO #1
(Le lame di Myra)

di Licia Troisi

Mondadori | 25 Ottobre 2016 | Fantasy | 328p | 19€



Dopo l'apocalisse dei Cento Giorni d'Ombra, il Dominio è stato quasi interamente ricoperto di ghiacci e nevi. Solo le terre più a Sud rimangono temperate e rigogliose, mentre a Nord si muovono popoli in costante lotta per la sopravvivenza, spesso in guerra tra loro. La grande federazione di clan agli ordini di Acrab ha però un sogno molto più grande che la conquista di un pezzo di terra. Lui non vuole solo trovarsi uno spazio all'interno del Dominio, ma vuole rovesciarlo, distruggendo il potere dei maghi detti Camminanti. La loro magia, infatti, sfrutta la sofferenza degli Elementali, che i Camminanti hanno ridotto in schiavitù, mentre Acrab immagina un regno dove umani ed Elementali convivano. La strada per arrivarvi, però, passa attraverso la conquista dei numerosi regni che compongono il Dominio, una cruenta battaglia

Ebbene si, si torna alle origini, alla Consuelo piccola che legge fantasy, che legge Licia Troisi e che impazzisce come non mai per il suo stile.
Nuova saga fantasy della scrittrice italiana, e io potevo perdermela?!?!

Licia Troisi mi ha conquistato anche in questa nuova saga; questo primo volume mi ha catturato pagina dopo pagina, e il finale (il finale!!!!!) sono già pronta domani a correre in libreria per leggere il secondo, ho proprio voglia e curiosità di scoprire cosa ne sarà di Myra.

16.10.17

ATTRAVERSO I MIEI PICCOLI OCCHI [Recensione]

Ciao lettori, torno tra di voi dopo un eresia di tempo, odio sparire così dal blog ma in questo periodo sto facendo fatica anche a leggere e a ricordarmi come mi chiamo...
Quando hai a che fare con un pseudo moroso, una coinquilina in crisi, un ultimo maledettissimo esame e una tesi da preparare, il tempo non basta proprio!!
Ma eccomi, nei ritagli di tempo, tra una passeggiata con il cane e un salto in sala studio, ho letto questo bellissimo libro.

Ringrazio Salani per avermelo mandato in Anteprima e mi scuso anche con loro per il ritardo, odio perdermi le scadenze del mio blog ("lavoro")!!
Detto ciò, parliamo di un libro che mi ha fatto emozionare tanto...

ATTRAVERSO I MIEI PICCOLI OCCHI
di Emilio Ortiz

Salani Editore | 5 Ottobre 2017 | Narrativa | 256p | 14,90€



Cross è un golden retriever allegro e leale, addestrato per aiutare alcuni uomini a muoversi in quel mondo che da soli non possono vedere, per essere il loro sguardo. Dal momento in cui viene affidato a Mario, un ragazzo cieco, la vita di Cross cambia per sempre con un patto non scritto e irrevocabile: amerà il suo padrone per tutta la sua esistenza e sopra ogni cosa. Cross condivide ogni istante della vita di Mario, vive in simbiosi con le sue gioie e i suoi dolori, cresce insieme a lui.
Questo libro è il racconto delle avventure quotidiane di una creatura eccezionale, coraggiosa e altruista come solo un cane può essere, filtrate attraverso i suoi piccoli e attentissimi occhi capaci di osservare la natura umana in maniera sempre ironica e meravigliata, diretta e irriverente. Una storia commovente di fedeltà, nella prospettiva di un cuore puro e innocente. Una testimonianza del fatto che la differenza tra umani e animali non sta nelle apparenze ma nel loro sguardo sulla vita.

Ancora mi stupisco di quanto i libri siano preziosi; cinicamente credo sempre che siano oggetti più o meno interessanti che una volta letti abbelliscono gli scaffali della libreria.
Mi sbaglio, sempre.
Ci sono libri, come questo, che ti entrano e ti toccano nel più profondo dell'anima, ti fanno vedere la vita attraverso una prospettiva diversa che ti aiuta veramente a conoscere le cose degli umanoidi, come ci definisci Cross!!

Ho amato pagina dopo pagina la storia divertente e emozionante di Cross, il golden che compie il suo lavoro di cane-guida con Mario, il giovane padrone a cui viene affidato.
La storia è scritta dal punto di vista di Cross, lui è il protagonista di mille avventure, lui osserva e guida Mario (e il lettore) attraverso un percorso di scoperta della vita. Ho amato tantissimo questo espediente letterario.
Lo stile è semplice e chiaro, coinvolge il lettore con una facilità estrema.

"Forse perchè pensano che, mancandoci la parola, non giudicheremo mai le loro azioni. E perchè hanno così tanta paura di essere giudicati? Sono sempre più soli, s'incrociano a centinaia per strada, ma neanche si guardano, né si annusano, né si montano, né giocano... dei sicuro in più di un'occasiono ne avrebbero voglia! Si sono creati un mondo artificiale e s'illudono che sia migliore ma non è così. Non capisco questo loro comportamento, e nemmeno loro."

La storia come dicevo, ruota intorno a Cross e a Mario, con l'inserimento di personaggi secondari sempre visti dal punto di vista del cane, abbiamo le avventure di Cross e la crescita professionale e personale di Mario, tutta da scoprire, farcita di emozioni e divertimento.

Unica nota negativa è un editing non curatissimo, non so se è un errore del correttore bozze o del traduttore, ma ci sono quei tre o quattro refusi che mi hanno fatto storcere il naso; si sono una perfettina ma un libro con errori è sempre uno scalino sotto, anche se la storia è perfetta, i refusi condizionano il lettore!!

Comunque, vi consiglio veramente di leggere questo libro, gli amanti dei pelosi a quattro zampe impazziranno (ho la testimonianza della mia amica che ha il pastore australiano che ogni tanto appare sui miei social, le ho mandato qualche foto di alcune frasi e il 5 Ottobre era già in libreria a comprare il libro!!). Ma piacerà a tutti veramente, ha un carattere comunicativo elevatissimo, entriamo subito in empatia con Cross e la sua vita e il finale ci rattristerà e ci rallegrerà, tutto nel giro di una pagina!!

Leggetelo, leggetelo, perché i libri non sono solo oggetti ma sono quelle bellissime opere che ti fanno vedere il mondo attraverso dei piccoli occhi belli e dolci!

Giudizio: 4/5
★★★★
gli umanoidi alcune volte sono proprio strani

18.9.17

CHI MANDA LE ONDE [Recensione]

Ciao miei bellissimi palloncini oggi nuova recensione, ormai sono diventata super organizzata ah ah ah chi vogliamo prendere in giro, post e recensioni a manetta!!
Oggi parliamo di questo libro che era in TBR da un secolo, si quest'estate ho recuperato molte letture, mi sentivo troppo incolpa a continuare a comprare libri e accumularli così :D

Quindi oggi recuperiamo questa lettura molto, molto interessante!!!

CHI MANDA LE ONDE
di Fabio Genovesi

Mondadori | 2015 | Narrativa | 389p | 14,50€



Una ragazzina albina dagli occhi così chiari che per vedere ha bisogno dell'immaginazione, il fratello surfista e rubacuori, la mamma che pensa di non essere fatta per l'amore. E poi un uomo innamorato, un misterioso bambino arrivato da Chernobyl, un astioso bagnino in pensione… In una Versilia stretta tra il mare e le Alpi Apuane, questa armata sbilenca si troverà buttata all'avventura, tra leggende antiche, fantasmi del passato, amori impossibili e sogni a occhi aperti, fino a diventare una stranissima, splendida famiglia. Un romanzo traboccante di storie e personaggi, sospeso come un sogno, amaro ed esilarante, commovente e scatenato come la vita vera.

"Un sogno quando comincia non importa se durerà una vita o cinque minuti: un sogno comincia sempre per durare in eterno."

Avevo questo libro in libreria da mesi, forse anche un anno, poi quest'estate spinta dalla copertina, dalla voglia di mare ho deciso che era il suo momento, mi sono detta 'dai su Co, leggilo, vediamo come è un po' la narrativa italiana'.
Eh beh, mi sono data della stupida da circa la seconda pagina perché il libro merita tantissimo, lo stile è meraviglioso e la storia è un mix di originalità e emozioni che non credevo possibile.

5.9.17

USCITE CINEMATOGRAFICHE SETTEMBRE017


Ciao palloncini volanti, oggi si torna con un classico del mio angolino virtuale, le uscite cinematografiche che mi hanno incuriosito di più!! Siete pronti che ci sono cose molto interessanti...


Il colore nascosto delle cose (DRAMMATICO), un film che mi ha emozionato dal trailer, sono molto curiosa di andarlo a vedere. Ultimamente il cinema italiano mi sta stupendo molto!!
Esce il 8 Settembre. TRAILER NON DISPONIBILE

Un film di Silvio Soldini. Con Valeria Golino, Adriano Giannini, Arianna Scommegna. Distrubito da Videa CDE. Durata XX.
Teo è un uomo in fuga. Dal suo passato, dalla famiglia di origine, dai letti delle donne con cui passa la notte e da cui scivola fuori alle prime luci del giorno, dalle responsabilità. Il lavoro è l'unica cosa che veramente ama, fa il "creativo" per un'agenzia pubblicitaria e non stacca mai, tablet e cellulari lo tengono in perenne e compulsiva connessione con il mondo. Emma ha perso la vista a sedici anni, ma non ha lasciato che la sua vita precipitasse nel buio. O meglio, l'ha riacchiappata al volo, ha fatto a pugni con il suo handicap e l'ha accettato con la consapevolezza che ogni giorno è una battaglia. Fa l'osteopata e gira per la città col suo bastone bianco, autonoma e decisa. Si è da poco separata dal marito e Teo, brillante e scanzonato, sembra la persona giusta con cui concedersi una distrazione. Per Teo invece, tutto nasce per gioco e per scommessa, Emma è diversa da tutte le donne incontrate finora ed è attratto e impaurito dal suo mondo.


Gifted, il dono del talento (DRAMMATICO), un film che voglio vedere da una vita, è stata rimandata più volte la sua uscita in Italia. Aspettiamo e speriamo che sia un film emozionante come sembra!!
Esce il 14 Settembre. 1 Novembre (sperando che non spostino ancora la distribuzione italiana!!) TRAILER

Un film di Marc Webb. Con Chris Evans, Jenny Slate, Octavia Spencer. Distribuzione 20th Century Fox. Durata 101 minuti.
Frank Adler è un single che sta allevando Mary, la nipote di sette anni figlia di sua sorella, una matematica assolutamente geniale. Anche Mary è straordinariamente dotata per la materia e non solo. Tanto che quando deve controvoglia andare a scuola si ritrova in una condizione distante anni luce da quella dei suoi coetanei. Ciò le procura disagio ma, ad aggravare la situazione, interviene la nonna materna Evelyn che la vuole sottrarre a Frank per spingerla sul versante dell'eccellenza negli studi.

4.9.17

L'ATELIER DEI MIRACOLI [Recensione]

Ciao miei carissimi palloncini oggi si torna a parlare di libri, una recensione di un libro che avevo in TBR (To-Be-Read per i neofiti^^) da una vitaaaaaaaa..

Finalmente ho trovato il tempo per leggerlo e come sospettavo mi è piaciuto molto!!

L'ATELIER DEI MIRACIOLI
di Valerie Tong Coung

Salani | 2014 | Narrativa | 213p | 12,90€



Ci sono momenti, nella vita di una persona, in cui sembra che nulla vada come deve andare. Eppure anche in questi momenti rimane, sottile come un velo, un'insopprimibile voglia di felicità, la sensazione di avere comunque il diritto a una porzione di serenità, la speranza lieve ma tenace di trovare, là fuori, qualcuno che possa aiutarti. Così accade anche ai protagonisti di questo romanzo, due donne e un uomo sull'orlo di un baratro, ai quali un incontro fortuito sembra aprire uno squarcio nel buio... E vero, la salvezza può arrivare nelle maniere e dalle persone più impensate, e il confronto con i propri fantasmi e con lo spregiudicato Jean, che aiuta le persone uscite dalle crisi a reinserirsi nella società nel suo atelier dei miracoli, potrà aiutare Mariette, Millie e Mike a risollevarsi. Ma quanto si mescolano, nella vita reale, il Bene e il Male? Dov'è il confine? Chi non ha mai incontrato una persona che l'aiuta ma, al tempo stesso, lo manipola? Un romanzo sulla complessità dei rapporti umani, sull'altruismo disinteressato, ma anche su ciò che ciascuno di noi possiede, e che appare quando la vita prende una direzione inaspettata.

Mi ero imbattuta in questo libro un giorno in libreria, mi avevano colpito i colori e il titolo, L'atelier dei miracoli, non ero riuscita a rimetterlo in scaffale. Purtroppo però, appena arrivata a casa l'avevo messo nello scaffale dei libri da leggere e un tra un libro e l'altro che leggevo l'avevo dimenticato lì. Che brutta lettrice che sono, perchè lo sapevo, me lo sentivo che questo libro era magico e dovevo leggerlo subito.

2.9.17

AUTORI LEGGETE E CONTATTATEMI | SelfDay

CIAO!!!
Oggi parliamo di cose un po' tecniche... lo so che l'ultimo anno sono stata super incostante soprattutto con gli autori self, che mi hanno contattato, ho tralasciato le loro email e richieste e me ne dispiace moltissimo.
Purtroppo come ho spiegato più di una volta sono stata risucchiata in un vortice di libri dati dalle CE, regali, comprati e ho dovuto fare una selezione delle mie letture..
Ora sto cercando di riprendere in mano il blog, e ritornare alla mia normale pazzia dei primi post, ho deciso che presterò molta più attenzione a voi autori autopubblicati!!


Questa super premessa è per dire che ogni SABATO avete la mia bacheca a disposizione..
Una volta al mese (due se avrò molte richieste) pubblicherò una serie di segnalazioni, poi cercherò di recensire più libri autopubblicati e lasciare spazio a voi, con interviste, presentazione dei vostri personaggi, post più originali per parlare dei vostri piccoli libretti^^.

Spero che questa mia nuova disponibilità vi interessi... Io sono qui per voi, scrivetemi a questo indirizzo email palledinevediconsuelo@hotmail.com
Una raccomandazione: non mandatemi pdf dei vostri libri perché possono esserci generi che non mi interessa o piace leggere!!

27.7.17

LEZIONI DI SEDUZIONE [Recensione] - Fallsofarc Books Party

Ciao miei carissimi palloncini... lo so sono rediviva, forse.. cioè questo è l'ultimo post prima della pausa estiva (si beh non è che ora sono stata presentissima lo so^^)
Comunque parliamo di oggi, con grande piacere ho preso parte ad un evento promozionale di un'autrice italiana da leggere e sostenere...

Chiara Venturelli, infatti in occasione del suo compleanno ha deciso di mettere in palio una copia cartacea e autografata dei suoi due libri: Lezioni di seduzione e Onde di velluto. Alla fine della recensione trovate tutti i dettagli per partecipare al giveaway.
Io mi sono proposta per una recensione di Lezioni di seduzione, visto che era un libro che era in TBR da una vita, lo volevo leggere dopo i commenti che avevo trovato in rete...

LEZIONI DI SEDUZIONE
di Chiara Venturelli


Centauria Libri | Maggio 2016 | New Adult | 304p | 9,90€




Iscriversi al corso di teatro è stato un errore. Ma vedersi assegnare il ruolo di Catherine, la protagonista, è una vera catastrofe per Elizabeth. Soprattutto perché la «star» maschile è Jack: bello, brillante, popolare. Tutto il contrario di lei, insomma, e come se non bastasse un vero stronzo. Tra i due volano subito le scintille, e la commedia romantica Lezioni di seduzione sembra un disastro annunciato.
Quando ci si mette di mezzo la magia del palcoscenico, però, chi può dire cosa succederà? Pian piano, mentre la dolce e maliziosa Catherine conquista il suo William, le cose tra Elizabeth e Jack cominciano a cambiare, la finzione e la realtà si intrecciano. Complici una visita in famiglia a dir poco pericolosa, un’amica determinata, un ex fidanzato insistente e almeno due scomodi triangoli sentimentali, i colpi di scena sul palco e fuori si susseguono in un crescendo di equivoci. Che porteranno l’eroe e l’eroina a interrogarsi sui propri veri sentimenti, fino alla sera di una prima all’insegna dell’«improvvisazione»…
Un romanzo dolce, trascinante e divertente che mette in scena, è il caso di dirlo, le domande più profonde di ogni relazione: chi siamo quando ci innamoriamo, e di chi ci innamoriamo veramente? Forse anche la passione è un palcoscenico, e gli uomini e le donne soltanto attori? E, soprattutto, cosa sarebbe un grande amore senza qualche colpo di scena?

Se un libro si legge in un giorno e una notte secondo voi è da consigliare o no?! Ehehe
Lezioni di seduzioni è quel libro che ti trascina dentro la storia senza che neanche te ne rendi conto, capisci che non ne puoi più fare a meno quando rispondi alle battute di Lizzy, ad alta voce, e tuo fratello ti guarda con l'espressione da 'chiamo il reparto psichiatrico'^^

19.7.17

LA DISTANZA TRA ME E TE [Recensione]

RECENSIONE AGGIORNATA

Ciao miei cari lettori, lo so è sabato, è già il secondo post che vi carico ma purtroppo ho avuto due settimane assurde e non sono riuscita a scrivere la recensione prima...
Oggi comunque parliamo di un libro che mi è stato mandato dalla casa editrice Newton Compton, che ringrazio infinitamente, mi ha fatto scoprire un'autrice fantastica e un libro piacevole...

LA DISTANZA TRA ME E TE
di Lucrezia Scali

Newton Compton | Settembre 2016 | Romance | 288p | 9,90€



Isabel abita a Roma: poco socievole, precisa, abitudinaria, programma la sua vita nel dettaglio. Non sopporta le sorprese, non le piace cambiare i suoi piani all’ultimo momento e considera l’imprevisto un vero nemico. Andreas vive in un piccolo bilocale a Torino, dove gestisce l’officina del padre. Ama la compagnia degli altri, il rischio e l’avventura. Due mondi incompatibili, uniti solo da una comune passione: i cani. Entrambi ne hanno uno, a cui sono legatissimi. Ed è proprio quando li accompagnano a una gara, che Isabel e Andreas s’incontrano. O per meglio dire, si scontrano, perché l’impatto non è dei migliori. Quasi per gioco, i due prendono a scriversi su Facebook. Brevi messaggi conditi da ironia e frecciatine. Sarebbe tutto perfetto, se Isabel non fosse sposata e Andreas fidanzato...

È un bel libro, piacevole, divertente, si legge bene e ci fa vivere un bel mix d'emozioni.

YOUNGER [Recensione]

RECENSIONE AGGIORNATA

Ciao lettori, oggi ultima recensione di questo mese poi ci sentiremo a settembre, con tanti nuovi progetti !!!
Ma oggi, parliamo di libri, ringrazio la casa editrice Piemme, per avermi mandato questo libro.. che ho apprezzato tantissimo !!

YOUNGER
di Pamela Redmond Satran

Piemme | Luglio 2015 | Romance | 277p | 16,90€



A volte nella vita basta dire… sì. Così, quando Alice capisce che non ne può più di fare la casalinga divorziata nel New Jersey, decide di tornare a Manhattan, dalla sua vecchia amica Maggie, per “ricominciare”. Ma come, se a 40 anni suonati, dopo quindici dall’ultima volta che è entrata in un ufficio, nessuna azienda che si rispetti potrebbe mai prenderla in considerazione per un lavoro? È così che quando Maggie le dà un’idea, Alice non può che lasciarsi convincere: fingersi una ventiseienne. Colpi di sole, jeans stretti, tacco alto, ed ecco che, nella notte di Capodanno, Alice diventa… la se stessa di vent’anni prima. Ben presto trova lavoro in una casa editrice, e incontra Josh, un ragazzo che portava i pannolini quando lei era al liceo. Per la prima volta da quando avevadavvero 26 anni, o anche da prima, Alice capisce che la vita può essere piena di possibilità. Anche se, una di queste, è che la scoprano – specie quando Josh decide di fare sul serio… Brillante, comica e romanticissima, la storia irresistibile di una casalinga davvero disperata che sceglie di cambiare vita. Perché non è mai troppo tardi per avere vent’anni – perlomeno a New York.

E' un libro ironico, leggero, divertente, mi sono lasciata trasportare dentro la vita di Alice e appena l'ho finito sono rimasta con la solita solitudine da abbandono, segno che il libro mi è piaciuto e non poco!!

18.7.17

IL PICCOLO ALBERGO DELLA FELICITÀ [Recensione]

RECENSIONE AGGIORNATA

CIAO miei piccoli e cari lettori, sono viva. Finita la sessione estiva, finalmente sono in vacanza con relax e letture e the freddo e gelato e piscina e sole (che non è più brutto e cattivo ma bello e sorridente!!)
Ok come sempre io parto di testa^^
Oggi recensione di un bel libro che mi ha travolto con la sua infinita gentilezza...

IL PICCOLO ALBERGO DELLA FELICITÀ
di Lucy Dillon

Garzanti | Giugno 2016 | Romanzo Rosa | 429p | 18,60€



Il piccolo albergo ricoperto di edera domina il giardino. Il futuro di Libby riparte da lì. Trasferirsi a Longhampton per gestire la nuova attività non è stato facile, e i lavori di ristrutturazione sono sempre più complicati. E poi c’è un ospite di cui è impossibile liberarsi. Un ospite con due orecchie pelose e un muso sempre in cerca di carezze: è Bob, il cane della suocera. Libby non ha tempo per occuparsi di lui e vorrebbe non averlo sempre tra i piedi. Ma presto scopre che Bob ha una dote speciale: attraverso la pet therapy, aiuta le persone a ritrovare il sorriso. Da allora Libby non può più fare a meno di quegli occhi capaci di leggere nel profondo della sua anima. E tutto all’improvviso appare più semplice. Un giorno, davanti all’albergo, un’auto investe una donna che rimane ferita e perde la memoria. Libby decide di ospitarla, sperando che la vicinanza di Bob possa aiutarla come ha fatto con lei. E la magia si compie. Tra quelle stanze calde e rassicuranti, piano piano i ricordi riaffiorano. L’amicizia con quel cucciolo buffo e invadente dà alla sconosciuta una nuova speranza e il coraggio di rimettere insieme i pezzi della sua vita. Ma quando arriva un uomo che si presenta come il fidanzato della giovane, Bob non si fida di lui. Libby non ha dubbi: il fiuto del suo caro amico non sbaglia mai. Insieme devono mettere in guardia la nuova amica. Perché il passato può nascondere delle ombre. Superarle può essere difficile, ma a volte il destino regala una seconda possibilità: una seconda possibilità per amare, per ritrovare la fiducia, per lasciarsi andare. Bisogna solo avere il coraggio di coglierla.

Non conoscevo questa autrice e sicuramente leggerò altro di lei perché il suo stile mi è piaciuto moltissimo. "Il piccolo albergo della felicità" è una storia accattivante, originale, con colpi di scena che ti fanno arrivare all'ultima pagina tutto d'un fiato.

NON PROPRIO UN APPUNTAMENTO [Recensione]

RECENSIONE AGGIORNATA

Ciao lettori, la sessione estiva mi sta uccidendo ma per fortuna la sera mi sono data alla lettura relax, ed eccovi il commento a questo bellissimo libro!!

NON PROPRIO UN APPUNTAMENTO
di Catherine Bybee - Not quite series #1

AmazonCrossing | Novembre 2015 | Romance | 250p | 9,90€



Jessica “Jessie” Mann, cameriera e madre single, è la praticità fatta persona. Anche se avesse tempo per uscire con gli uomini (e non ne ha) farebbe di tutto per garantire al figlio un’infanzia più tranquilla della propria. Per questo le serve un marito con i soldi! Così, quando Jack Morrison, un cliente terribilmente sexy con il cappello da cowboy e il sorriso accattivante, cerca di flirtare con lei, Jessie lo respinge perché apparentemente al verde. Dubita, infatti, che un sognatore come Jack possa garantirle la stabilità economica di cui ha bisogno. Sarà difficile resistere all’affascinante texano, con il Natale alle porte e il desiderio di non passarlo da sola.
Erede dei Morrison, proprietari di un impero degli hotel di lusso, Jack è abituato a essere adulato. Ora sente il bisogno di qualcuno che s’innamori di lui e non della sua ricchezza. Un giorno mette gli occhi su Jessie, ma il muro che la ragazza ha costruito intorno al proprio cuore potrebbe ostacolarlo. Così decide di nasconderle la sua vera identità e si offre di aiutarla a trovare il marito ricco che cerca. Peccato che la sua audace messinscena rischi di privarlo del desiderio che vorrebbe vedere esaudito per Natale...

Lettura estiva, divertente, emotiva e accattivante, uno stile semplice, dinamico e fresco, un bel libro per staccarsi e rilassarsi.

La trama non risulta molto originale, potremmo dire che questo libro riprende un po' le linee della favola di Cenerentola, il principe azzurro che viene dal Texas e le sorellastre che sono il conto in rosso e le bollette da pagare. Ma ha comunque degli sviluppi inaspettati e la storia prende corpo velocemente senza troppe banalità.

NON CHIAMARMI DI LUNEDÌ [Recensione + Intervista]

RECENSIONE AGGIORNATA

Ciao miei cari lettori oggi recensione di un libro che inizialmente non mi stava conquistando per poi rivelarsi un libro coinvolgente. Ringrazio la Newton Compton per questo libro e per il bellissimo evento che hanno organizzato sabato per noi Blogger al Salone del libro di Torino.

NON CHIAMARMI DI LUNEDI
di Daniela Volontè

Newton Compton | Marzo 2016 | Romance | 283p | 12,90€



Greta vive a Milano, Patrik a Roma. Si conoscono quando lei viene ingaggiata dalla Betapharma, la società di Patrik, per occuparsi di un ridimensionamento del personale in un periodo di crisi aziendale. E lui, giovane ingegnere con possibilità di reinserirsi nel mondo del lavoro, è tra quelli destinati a essere messi in mobilità. Quando l’ipotesi diventa una certezza, oltre al posto, Patrik deve dire addio anche alla sua storia d’amore. Greta invece non riesce a troncare un rapporto che non la porta da nessuna parte: Cris, l’uomo con cui ha una relazione, ha una moglie e pare proprio non volerla lasciare. Quando Patrik, ormai fuori dalla Betapharma, decide di concedersi una pausa e andare a trovare degli amici sul lago d’Orta, il caso vuole che incontri proprio Greta, quella che aveva ribattezzato come “la Lady di ferro”…

È stato un amore un po' sofferto con questo libro perché inizialmente non mi stava conquistando ma appena la storia ha preso corpo l'ho letteralmente divorato.
Il libro si articola con i due punti di vista di Patrik e di Greta, i due protagonisti; sono due personaggio complessi, entrambi lottano per la propria libertà e indipendenza ma si incontreranno e si svilupperà una divertente e bizzarra relazione tra di loro.

IL LINGUAGGIO SEGRETO DEI FIORI [Recensione]

RECENSIONE AGGIORNATA

Scusate per il ritardo ma settimana scorsa con il trasferimento a Bologna è stato tutto un po' frenetico. Oggi prima recensione letteraria, nel mio piccolo voglio combattere e far girare la cultura, almeno attorno a me e agli argomenti del blog. Oggi vi voglio parlare di Il linguaggio segreto dei fiori di Vanessa Diffenbaugh.

IL LINGUAGGIO SEGRETO DEI FIORI
di Vanessa Diffenbaugh

Garzanti | 2011 | New Adult | 316p | 9,90€



Victoria ha paura del contatto fisico. Ha paura delle parole, le sue e quelle degli altri. Soprattutto, ha paura di amare e lasciarsi amare. C'è solo un posto in cui tutte le sue paure sfumano nel silenzio e nella pace: è il suo giardino segreto nel parco pubblico di Portero Hill, a San Francisco. I fiori, che ha piantato lei stessa in questo angolo sconosciuto della città, sono la sua casa. Il suo rifugio. La sua voce. È attraverso il loro linguaggio che Victoria comunica le sue emozioni più profonde. La lavanda per la diffidenza, il cardo per la misantropia, la rosa bianca per la solitudine. Perché Victoria non ha avuto una vita facile. Abbandonata in culla, ha passato l'infanzia saltando da una famiglia adottiva a un'altra. Fino all'incontro, drammatico e sconvolgente, con Elizabeth, l'unica vera madre che abbia mai avuto, la donna che le ha insegnato il linguaggio segreto dei fiori. E adesso, è proprio grazie a questo magico dono che Victoria ha preso in mano la sua vita: ha diciotto anni ormai, e lavora come fioraia. I suoi fiori sono tra i più richiesti della città, regalano la felicità e curano l'anima. Ma Victoria non ha ancora trovato il fiore in grado di rimarginare la sua ferita. Perché il suo cuore si porta dietro una colpa segreta. L'unico capace di estirparla è Grant, un ragazzo misterioso che sembra sapere tutto di lei. Solo così il cuore più acerbo della rosa bianca può diventare rosso di passione.

Consigliato perchè è un libro coinvolgente, ti prende e ti porta dentro la vita di Victoria (protagonista), vivendo le sue emozioni e paure.

29.6.17

L'ULTIMA NOTTE AL MONDO [Recensione]

Ciao miei piccoli palloncini come sempre sono in ritardo, ormai vivo la mia vita in ritardo e di conseguenza sempre di corsa...

MA bando alle focaccine.... oggi vi parlo finalmente di questo libro che ho avuto il piacere di leggere in anteprima grazie al Blog Tour a cui ho partecipato!!

L'ULTIMA NOTTE AL MONDO
di Bianca Marconero

Newton Compton | 29 Giugno 2017 | Romance | 350p | 5,90€



Marco Bertani ha ventitré anni, alle spalle un’adolescenza tutt’altro che semplice e davanti a sé un futuro dove potrà contare solo su se stesso. Un giorno inaspettatamente si imbatte in Marianna Visconti, ex compagna del liceo e amore non corrisposto della sua vita. I loro mondi non potrebbero essere più lontani: Marianna, dopo aver studiato negli Stati Uniti, sta facendo pratica legale presso il prestigioso studio di un amico di famiglia, mentre Marco sbarca il lunario lavorando come operatore per una rete televisiva locale. Quando però le viene prospettata l’occasione di condurre un programma ideato proprio da lui, Marianna decide di accettare la sfida, convinta che così potrà dimostrare a Luca, il fidanzato con cui è in crisi, di cosa è capace: lei e Marco si troveranno quindi a lavorare gomito a gomito e scopriranno di non essere poi così diversi come credevano…

Seguo Bianca dalla sua prima pubblicazione con la Newton La prima cosa bella, poi ho iniziato a stalkerarla su Facebook e quando aveva annunciato il nuovo libro ero tipo *-* mamma vedo gli unicorni. Quindi quando ho avuto l'opportunità di leggerlo in anteprima ero la persona più felice del mondo!!
Questo è per farvi capire quante aspettative avevo su questa pubblicazione. Aspettative tutte ben riposte e anzi ripagate in pieno e oltre, il libro è una cosa meravigliosa.

27.6.17

BlogTour L'ULTIMA NOTTE AL MONDO DI BIANCA MARCONERO - Se ti è piaciuto .. ti piacerà questo libro

Ciao miei carissimi palloncini, eccovi un nuovo post... come mio solito sono sommersa da impegni e imprevisti e il blog lo sto trascurando tantissimo ma giuro che appena mi libero dell'ultimo esame torno a scrivere regolarmente :)

Detto ciò oggi parliamo di questo bellissimo libro che ho avuto il piacere di leggere in anteprima, L'ultima notte al mondo di Bianca Marconero uscirà il 29 Giugno per Newton Compton.


Oggi vi propongo la mia tappa del BlogTour, una tappa un po' particolare..

SE TI È PIACIUTO ... AMERAI L'ULTIMA NOTTE AL MONDO
Parlando di romance si potrebbe credere che siano tutti uguali, storia d'amore, due ragazzi e bla bla bla.. ma ultimamente il mercato sta proponendo libri anche di questo genere, sempre più interessanti, originali e elaborati.

6.6.17

NOTTING HILL [Recensione]

CIAO Palloncini, mamma mia mi sono accorta che sono mesi che inizio i post scusandomi delle mie sparizioni, ma purtroppo è stato un periodo molto particolare, mille cose da fare e mille imprevisti.
Scusatemi e niente vedrete che arriveranno post, ho riordinato circa 30 bozze quindi direi che ci sono un po' di articoli che aspettano solo voi :)
Detto ciò, oggi parliamo di film, romantici, sdolcinati, quelli che proprio i ragazzi non vogliono mai vedere ma che noi ragazze (anche quelle che dicono no no io non li guardo) li guardiamo sempre, in compagnia di gelato e cucchiaio.
Questo film è un classico, uno di quei film che tutti abbiamo visto mille volte ma ogni volta che lo danno in tv o lo propone un amico non si riesce a dire di no..
Poi che dire io ho un debole per Hugh Grant e Julia Roberts, sono due degli artisti che più stimo e seguo. Julia Roberts è una delle mie attrici preferite, una bellezza unica.


NOTTING HILL

Un film di Roger Michell. Con Julia Roberts, Hugh Grant. Del 1999. Durata 124 minuti. Commedia Romantica.



William Thacker vive a Londra nel quartiere Notting Hill, in una casa che divide con Spike, un giovane sfaccendato che si muove bene nel disordine e nella confusione.
William è proprietario di una libreria specializzata in libri di viaggio, dove un giorno capita Anna Scott, diva del cinema americano, a Londra per promuovere il suo ultimo film. Dopo un primo impatto, i due si rivedono poco dopo e avvertono il bisogno di ripetere i loro incontri.
Amore a prima vista, complicato però dalle loro opposte situazioni. Per evitare difficoltà alla carriera dell'attrice, la coppia si vede di nascosto e di fretta. Solo in una occasione, William invita Anna ad una cena di compleanno della sorella. Qui la grande diva si confonde a tavola con i suoi ammiratori quasi increduli.
Poco dopo però arriva in città il fidanzato di lei, e la storia sembra dover finire. Passano altri mesi quando Anna entrò all'improvviso in libreria...

Questo film è uno di quei film che non mi stanco mai di guardare e riguardare, soprattutto quando sono alla ricerca disperata di amore ^^
Una pellicola del 1999 che ha segnato la carriera dei due attori protagonisti, Julia Roberts e Hugh Grant. Uno di quei film che non riesci a non amare, per la storia, per i personaggi stravaganti che la completano, per quell'emozione che ti trasmette ogni volta.

3.5.17

ACCADDE UNA NOTTE D'ESTATE [Recensione]

Nota: ovviamente potevo sbagliare il giorno della programmazione, va beh considerata che oggi sia Martedì, bello, carino e allegro per tutti.

Ciao lettori, finalmente nuova recensione, oggi inauguro questo nuovo format, ovvero il MARTEDÌ parlerò di romanzi e film rosa, storie d'amore, quelle belle belle e originali!!!

Detto ciò passiamo a parlare di questo nuovo romanzo, bello, originale e emozionante!!
ACCADDE UNA NOTTE D'ESTATE
di Rosy Milicia

Amazon Publishing | 2 Maggio 2017 | Romance | 262p 9,99€ ebook 3,99€



I colori intensi del mare siciliano, i suoni esotici del dialetto, il gusto delle granite al limone, il profumo di libri sfogliati e riletti all’infinito. È questo il mondo di Eva Catalano, la chiù bedda fimmina di San Saba, che tutti in paese conoscono.
La tranquilla esistenza di Eva è fatta anche e soprattutto di parole: le scrive nei romanzi che sogna di pubblicare, le compone nelle canzoni in dialetto dei Dintra ’u Focu, le custodisce nel fondo della propria anima e a volte fanno male. Quel dolore nasce dal passato e si chiama Massimo De Santis: amico di infanzia e compagno di ogni estate, il suo primo amore, uscito ormai dalla sua vita da oltre dieci anni.
Un giorno Massimo riappare: il ricordo di un bacio sarà sufficiente a riallacciare i sottili fili del loro legame?
Rosy Milicia ci regala un appassionante romanzo che ha il profumo dolce di una stranizza d’amuri: un incredibile viaggio delle seconde opportunità, un’irresistibile forza che presto coinvolgerà vecchi e nuovi amici... Ne nasceranno altre emozionanti storie d’amore?
Accadde una notte d'estate è un libro per sognatrici con i piedi per terra; per romantiche che non credono al principe azzurro. Perché si questo libro è l'incastro perfetto di due estremi. Perché la protagonista, Eva, è così.

"Era da lei immaginare che la vita fosse così buona: il bicchiere era sempre mezzo pieno, l'alba arrivava ogni mattina e non era mai tardi per ricominciare. Ogni ora, ogni minuto, ogni secondo erano eccezionali alleati, e non nemici da combattere. Eva era così."

Inguaribile romantica, con il cuore spezzato, sognatrice ma con i piedi ben saldati a terra e consapevole delle cose da fare.
Più leggevo questo libro, più mi incantava il suo modo di vedere il mondo, di saper vivere, pregi e difetti annessi, con le sue difficoltà e paure, con il sorriso che contagia tutti, Massimo incluso.

Eva è da conoscere, anzi, Eva è da amare. Stop!
Massimo, ah Massi, Massi, quanto mi ha fatto dannare...
È un personaggio particolare, quel ragazzo 26enne che non crede nell'amore, nella felicità, che come automa mangia, lavora, dorme, distrutto dal suo passato che non è mai riuscito a superare.
Torna nel paesino siciliano dove aveva trascorso molte estati della sua vita da bambino e ragazzo, torna per cercare quella pace che solo la Sicilia sa dare.

10.4.17

STORIE DELLA BUONANOTTE PER BAMBINE RIBELLI [Recensione]

Ciao miei carissimi lettori, oggi torno online con una recensione letteraria.


Un libro-nonlibro che mi ha incantato, stupito e spinto a credere in me, nelle mie forze e nelle mie idee.

STORIE DELLA BUONANOTTE
PER BAMBINE RIBELLI

di Elena Favilli e Francesca Cavallo

Mondadori | Febbraio 2017 | Racconti | 211p 19€



C'era una volta... una principessa? Macché! C'era una volta una bambina che voleva andare su Marte. Ce n'era un'altra che diventò la più forte tennista al mondo e un'altra ancora che scoprì la metamorfosi delle farfalle.
Da Serena Williams a Malala Yousafzai, da Rita Levi Montalcini a Frida Kahlo, da Margherita Hack a Michelle Obama, sono 100 le donne raccontate in queste pagine e ritratte da 60 illustratrici provenienti da tutto il mondo. Scienziate, pittrici, astronaute, sollevatrici di pesi, musiciste, giudici,chef... esempi di coraggio, determinazione e generosità per chiunque voglia realizzare i propri sogni.

Questo è uno di quei libri che rientra a pieno nei 100 libri da avere in casa, da regalare, da portare ovunque e leggere a chiunque.
Se l'anno scorso ero entrata in fissa con Lo strano viaggio di un oggetto smarrito, quest'anno ho trovato un nuovo amore, ed è questo bellissimo libro.
È un capolavoro, io non ho altre parole.

Appena uscito in libreria, l'avrò sfogliato mille volte, incantata dalle illustratrici di queste 100 eroine, dalle citazioni che ci hanno lasciato, mi ero innamorata, e dopo qualche settimana non ho più resistiti ed eccolo lì nella mia libreria.
Questo per dirvi che appena lo prenderete in mano, sfoglierete le prime pagine, non saprete più resistergli, è una calamita di libro!!!
È composto da queste 100 storie, elencate in ordine alfabetico, di queste donne, bambine, ragazze, che hanno seguito il loro istinto, le loro idee, andando contro al preconcetto che solo i maschi possono..

3.4.17

LA BIBLIOTECA SULL'OCEANO [Recensione]

Ciao miei carissimi palloncini, eccomi finalmente con una nuova recensione.

Ringrazio la Casa Editrice per avermelo mandato, è un libro che mi ha stupito in positivo!!

LA BIBLIOTECA SULL'OCEANO
di Ashley Hay

Sperling & Kupfer | Gennaio 2017 | Narrativa femminile | 315p 18,90€



In una piccola città affacciata sull'oceano, c'è una biblioteca dove gli abitanti vanno in cerca di pace e di sogni. Affidano le loro richieste ad Ani, bibliotecaria alle prime armi, una giovane donna già segnata da un destino crudele, che le ha strappato un pezzo di cuore e l'ha lasciata sola a crescere la sua bambina. Quell'impiego le è stato offerto per aiutarla ad andare avanti e, se lei ha accettato, è anche un po' per il ricordo che serba della prima biblioteca mai visitata: una sala meravigliosa in cui aveva trovato rifugio in un giorno di pioggia, un luogo solenne che l'aveva incantata. Ora, tra le pagine dei libri, cerca le risposte che non sa darsi da sola e spera di rivivere almeno un briciolo di quella lontana magia. Tra quei vecchi scaffali, anche il dottor Draper vorrebbe ritrovare la sua vita di un tempo, di quando ancora non aveva conosciuto la guerra e il senso di colpa per tutti coloro che non è riuscito a salvare. Mentre il suo amico Roy, che al fronte si è scoperto poeta, vaga alla ricerca delle parole perdute, quell'ispirazione venuta meno proprio ora che è circondato da tanta pace e bellezza. Finché una poesia anonima ricevuta da Ani irrompe in quel tempo sospeso e riavvia il corso di quei tre destini, ormai intrecciati per sempre in un'unica trama.
Struggente e poetico, La biblioteca sull'oceano è un romanzo che parla di nuovi inizi e del potere salvifico della letteratura. Una storia di ritorno alla vita, che trafigge il cuore di speranza.

Avevo visto questo libro in libreria e subito mi aveva colpito la cover e il titolo, colori armoniosi, caldi, beh ne ero rimasta subito incantata...
Leggendolo le sensazioni provate nell'ammirare la cover si sono amplificate, un senso di dolcezza e armonia, un libro che mi ha fatto emozionare, veramente, pagina dopo pagina, con l'abilità con cui è stato scritto.

L'autrice infatti mi ha stupito con uno stile particolare, un romanzo che incastra vari punti di vista, che mescola e uniforma passato e presente, reale e surreale, terra e cielo.

15.2.17

MARATONA HP - Discussione cap 1/18 di HP e La camera dei segreti

Ciao miei carissimi potteriani, si ho avuto grandi difficoltà nell'organizzare questo mese la Maratona, scusatemi!!
Ma comunque oggi ci sono e sono pronta a parlarvi di Harry Potter e La camera dei segreti!!!!
Ci eravamo lasciati con Harry che saliva nell'auto dello zio, pronto ad affrontare un'estate da babbano per poi ritornare al suo mondo per il secondo anno ad Hogwarts.
Riprende così questo secondo libro, con l'estate di Harry con gli zii, un incipit più descrittivo rispetto a quello del primo libro. Un capitolo che è un equilibrio perfetto di nuovi e vecchie informazioni, se ci fossimo dimenticati qualche passaggio del primo libro, eccoci che la penna della zia Rowling ci ricorda tutto quello essenziale al proseguimento della storia. Il tutto senza appesantire o risultare lento.
Ah gli incipit della Rowling!!!
Proseguendo abbiamo come sempre la presenza soffocante, ignorante e opprimente della famiglia Dursley, il loro rapporto con Harry è peggiorato, ora che lui sa di essere un mago, loro lo trattano con ancora più diffidenza e ostilità.
Ma la novità dei primi capitoli non sono i Dursley bensì Dobby, un elfo domestico esuberante che si è preso a cuore la vita di Harry. Beh lui è senza dubbio l'emblema di questo libro, l'ho amato, è un personaggio importantissimo sia per questo libro che per tutta la storia.
La felicità di quando riceve il calzino è contagiosa, ci fa capire come è importante essere liberi. *sigh, già mi vengono le lacrime a pensare a Dobby*
Oltre a Dobby, l'inizio è caratterizzato anche dai Weasley, finalmente li conosciamo tutti e per bene, conosciamo la Tana e con Harry capiamo cosa vuol dire essere una famiglia. Molly è una super mamma!! Quanto li amo tutti insieme^^
Grazie alle stramberie del signor Weasley, Harry e Ron riescono ad arrivare a scuola anche senza l'Hogwarts Express!!
Beh che dire il rapporto tra Ron e Harry si rinforza sempre di più, la loro amicizia è contagiosa, l'uno è la spalla, la spinta di coraggio e fiducia dell'altro.
Arrivati con molte peripezie ad Hogwarts devono affrontare punizioni, lezioni, allenamenti di Quiddich e la vita della scuola è sempre così movimentata, e noi che la leggiamo ci siamo dentro, fino al midollo, lo stile dell'autrice è unico soprattuto per questo, la sua capacità di descrivere un mondo magico e farcelo vivere come se fosse normale! Ho già detto che amo la Rowling ?!?
Tuttavia ad Hogwarts le cose strane e misteriose non possono mancare. Un mostro si aggira per la scuola, un mostro che cinquant'anni fa aveva ucciso una ragazze e che tutti credevano rinchiuso.

13.2.17

SE NON TI VEDO NON ESISTI [Recensione]

Ciao miei carisssssimi sognatori, oggi ritorno con stile eheheh, nuova recensione, finalmente riesco a parlarvi di questo libro...

Lo aspettavo da tantissimo. Aspettavo il libro di Levante perché le sue canzoni hanno dei testi che mi fanno sempre emozionare e rivivere dei momenti e volevo vedere come era leggere un libro di 250 pagine con questo stile..

SE NON TI VEDO NON ESISTI
di Levante

Rizzoli | 19 Gennaio 2017 | Romance | 250p 17€



Anita, redattrice in una rivista di moda, è quello che tutte sognano di essere: bella, giovane, elegante e colta. Ma anche tremendamente complicata. Sua madre e sua sorella, così concrete, non capiscono da dove arrivi la sua inquietudine, quella voglia di mangiarsi ogni attimo come fosse l’ultimo e di scappare a gambe levate non appena qualcuno minaccia di metterla in gabbia. Anita però lo sa bene: quando si guarda allo specchio, le sue “mille me” – così le chiama lei – riflettono i suoi cambiamenti di umore e la incoraggiano, la contraddicono, la rimproverano quando sbaglia. Perché Anita sbaglia spesso, soprattutto quando si tratta di uomini. I suoi errori più grandi sono tre: Filippo, affascinante e indisponibile, incontrato per caso su un volo per New York; Flavio, un incrocio di sguardi che si è trasformato in passione; e poi Jacopo, il marito che le è sempre stato accanto ma ultimamente sembra non capirla più. Anita crede di amarli tutti, ma forse la verità è che la vita le sta sfuggendo di mano, come la sua immagine riflessa nello specchio. Dovrà scavarsi dentro e fare i conti con un passato ancora dolorosissimo, per imparare a prendersi cura di sé senza smettere di innamorarsi e di sbagliare: solo così potrà ricominciare a vedersi, e a esistere, davvero.

Si, senza ombra di dubbio, assolutissimamente si, scegliete voi il sinonimo di SIIII perchè questo libro è consigliato. stop.
È un libro che trasmette tanto, paura, errori, forza di rivalsa e consapevolezza di se stessi.
Già lo sapevo che mi avrebbe scavato il cuore, lo stomaco e anche il fegato, conoscendo la musica di Levante, sapevo che avrei pianto e riso con lei, avrei vissuto mille emozioni, tutte con il cuore.

La storia ruota attorno a Anita B., una giornalista in carriera, alla soglia dei trent'anni che purtroppo ha un momento di confusione sentimentale. Una confusione, caos, che si porta dietro da quando era bambina, che aveva sempre ignorato. Ora non può più, non vuole più mandare via quel dolore, vuole affrontarlo. E noi lettori siamo lì con lei, seguiamo i suoi pensieri, ricordi e sproloqui alle sue mille me, dove ci ritroviamo, riviviamo delle nostre scelte, affrontiamo il dolore di Anita.

6.2.17

IL PRINCIPE DELLE OMBRE [Recensione]

Ciao miei carisssssimi lettori, scusate sono stra scostante ma ho mille cose da fare tra i corsi all'università e, lo confesso, ho avuto poca voglia di leggere e quindi di scrivere recensioni... capitano questi momenti, ma per fortuna è finito, sono tornata con il mio libro in mano e tutto è di nuovo bellissimo^^
Pensando ad oggi, il libro di cui vi parlo posso dire che un po' l'ho visto crescere e non vedevo l'ora che venisse pubblicato solo per potervene parlare, perchè beh io l'ho amato.

IL PRINCIPE DELLE OMBRE
di Francesca Persico

Lettere Animate | 25 Gennaio 2017 | Urban Fantasy | 314p 14€



E se il mito dei sette principi degli inferi fosse reale? Se i vizi capitali avessero un volto? Se si muovessero in mezzo a noi per corromperci, irretirci, trascinarci nell’oblio?
Cassie ha diciassette anni. E’ ironica, pungente e ama le storie impossibili, ma di certo non si pone domande di questo tipo. Costretta a trasferirsi in un piccolo paesino di provincia, si imbatte in Rio. Dispotico, irriverente, vendicativo ed egoista, una furia. Tra mille difetti, però, è anche di una bellezza senza pari, così bello da non sembrare di questo mondo.
Cassie ancora non sa che l’incontro con Rio segnerà definitivamente la sua intera esistenza e la condurrà alla scoperta di un segreto terribile. Una guerra senza scrupoli si combatte dalla notte dei tempi, l’eterna battaglia tra le creature del buio e quelle della luce e le anime degli uomini rappresentano il bottino più prezioso.

Con i fantasy sono diventata una quasi esperta, non mi sto vantando ma diciamo che ne ho letti abbastanza e sono ormai dentro questo genere. Quindi quando mi ritrovo a leggere autrici esordienti che mi propongono un fantasy ho sempre molti dubbi, perchè cadere nel banale, nella solita trama, è facile.
Ma questo non è avvenuto con IL PRINCIPE DELLE OMBRE.
Anzi.
Lo stile di Francesca mi ha conquistato pagina dopo pagina, la sua creatività non ha limiti e si vede soprattutto nella struttura dei singoli personaggi.

25.1.17

MARATONA HP - Harry Potter e la pietra filosofale

Ciao miei carissimi si oggi sono in mega ritardo, ma sono giornate stra piene!!
Comunque dicevamo, oggi si parla di Harry Potter e la pietra filosofale.
Siamo arrivati alla fine di questo primo libro, le discussioni dei primi capitoli le trovate QUI e della seconda parte è QUI.
Oggi pensavo di farvi un bel riassuntino libro e film, pro e contro di entrambi!!
Parlando delle cover, quella italiana della prima edizione non era proprio il massimo, diciamolo pure che la prima cover a me non piaceva, si l'ho detto!!
Mentre le cover delle altre edizioni mi piacciono moltissimo, voi che dite, apriamo un dibattito, quale è la vostra cover preferita per questa prima edizione!??!
Parlando della locandina del film, devo dire che mi piace molto, i personaggi principali (del film) in mostra e l'ambientazione magica, veramente bella!!
PS: direi grazie salani per non aver cambiato mai la cover del libro con le locandine dei film (è una cosa che detesto) scusate il momento sfogo!!

23.1.17

Recensione SOLO L'AMORE | Self Day

Ciao miei carissimi, iniziamo la settimana con una nuova recensione, ma prima piccolo appunto per la programmazione di questa settimana. Visto che sono in piena fase recupero Parigi, pre nuovo semestre sono sommersa dalle cose da fare, quindi...
Oggi, lunedì, avrete una bella recensione di un'autrice self, martedì ritorno con il Teaser Tuesday, perché il libro che sto leggendo merita tutto lo spazio possibile e inimmaginabile^^, mercoledì c'è il post dedicato alla maratona HP, tutti quelli che vogliono partecipare ai vari giveaway devono commentare questo post (avranno 3 punti!!), giovedì recensione di un libro che è molto rosa ma che non è proprio rosa (vi sto confondendo eheheh) venerdì recensione film con assegnazione popcorn preferito :P
Si ho invertito un po' di cose ma capitemi :) Ora possiamo passare alla recensione di oggi, un libro che mi ha stupito, tantissimo!!

SOLO L'AMORE
di Francesca Lesnoni
★★★★ chi l'ha detto che a 50 anni non si può capire cos'è la Vita
∆ Self | ∆ 25 Gennaio 2016 | ∆ Narrativa | ∆ 155p 2,99€ | Amazon

TRAMA:
Lucia è scomparsa... nessuno sa che fine abbia fatto la dolce sorella di Carlo, unico indizio un biglietto: 
"Non preoccupatevi, sto bene. Vado dove ho sempre desiderato essere, da che ho memoria..." 
Nessuno però si preoccupa realmente della sparizione di Lucia tranne Pier che, innamorato da sempre di lei, decide di prendersi un anno sabbatico per dedicarsi alla misteriosa ricerca. 
Per sua fortuna Pier potrà contare sull'aiuto di alcune persone, come i signori Dardi, due amabili vecchietti, che gli consegneranno dei bigliettini scritti da Lucia; o Luigi, un sapiente tappezziere con la passione per la lettura, che lo aiuterà a mettere ordine nei suoi taccuini pieni di appunti e divagazioni; o l’amatissimo padre che, al momento opportuno, saprà cogliere una traccia importante… 
Ma, prima di trovare Lucia, Pier dovrà confrontarsi con una diversa percezione di sé e degli altri, rivisitare la propria vita, comprendere qual è il suo vero sogno... 
Grazie al suo intelligente umorismo e piccoli colpi di scena, Pier si ritroverà su un aereo diretto a Parigi. 
Sarà lì che finalmente rincontrerà Lucia? 


LO CONSIGLIO?!
Decisamente si.
Quando l'autrice mi ha contattato, ho letto la trama e mi ha incuriosito molto ma non avevo grandi aspettative, invece è stata una bellissima sorpresa.
La storia è originale, ben scritta, emozionante e coinvolgente, i personaggi sono tutti fuori dall'ordinario.
Il protagonista, ultra cinquantenne, che si mette a cercare la donna della sua vita, quell'amore giovanile che ha sempre sepolto per non affrontarlo, ma che invece di trovarla ritrova se stesso, quel suo vero io, riacquista la voglia di vivere con il bicchiere mezzo pieno.
Copyright © PALLE DI NEVE DI CO
Template by: La Creative Room